domenica 21 settembre 2014

Una domenica...

SSSSSmackkkk, buona domenica mattina fanciulle! I miei ometti sono ancora tra le braccia di Morfeo,


(quando io sto per fare la nanna tendo ad immaginare questo sig.Morfeo come un vichingone fighissimo, vabbè dai, concedetemi un pensiero cretino) e come non sfruttare questa pace se non caricando un post?

Scriverò che sto facendo un'improbabile colazione, ho abbandonato per fini dietologici l'estathé per intossicarmi con la coca zero, che promette felicità, ma facendo l'occhiolino al il mio stomaco ammicca con una frase alquanto dubbiosa...almeno ci pensa Fage a drizzare il tiro!
(lo so, si, lo so che bevo un sacco di schifezze, ma sono ragazza incline alle dipendenze)



Scriverò che ad agosto ho fatto le più gelide ferie che si siano mai viste...


Dove più che il costume ho "indossato" Alby per scaldarmi, che ho sferruzzato come una matta, curiosato cosa scrivevano gli antichi e grattato qualche micio...


...che ora dedicherò qualche minuto al buon vecchio primitives...


e per finire i minuti relaxosi coprirò i primi segnali agé dovuti ai 34 compiuti a ferragosto con un marron glacé, mmm, mi piace questo nome, mi fa tanto autunno alle porte e poi vado con la speranza di diventare gnocca come la signorina della confezione dopo il riscacquo... aspetta e spera... ;-)


Ok fanciulle, credo che scriverò proprio questo...un abbraccio e alla prossima :-)
Sandy

martedì 22 luglio 2014

Solo alla fine della vita non c'è soluzione...mi guarisce in qualche modo dandomi nuovi obbiettivi.
Beeeene, torno dopo mesi di latitanza e qualcuno di voi penserà: ammazza che allegria...tiè! :-)
Ehhhh, volevate un post fint'allego? Noooo, su, sù, molto meglio continuare a viso scoperto, mi avete scritto incoraggiamenti, confidenze e storie personali tenerissime, chi con un commento e chi con messaggi privati, eravamo lì, a maschera calata ed è stato meglio di 1000 pacche sulla spalla, perciò ribecchiamoci così, più fragili e vere, libere di ridere o piangere, di esprimere ogni emozione che fa muovere la nostra "montagna".
Montagna? sì, prima di tornare con post più brillanti lasciatemi dire due parole alla persona che mi permette di essere "me", non la mamma, la moglie, ma esclusivamente"ME", l'Arghi...
Stellina, tu ci sei stata dal primo momento in cui si è spenta, m'hai aiutata anche nei momenti in cui tu avevi bisogno di attenzioni, grazie per ogni "piangi pure", per ogni "parla" e per ogni rimprovero:"Sandyyyy, ripigliati non sei una montagna, ti muovi e ti evolvi", ti sei presa cura di me rialzandomi anche a calci nel sedere, che dirti...ti voglio stra bene! 

STOOOOP, e come griderebbe Pappalardo "Ricominciamoooo", vi regalo un dolce pensiero che arriva dal libro delle ricette di mia nonna, (ho dovuto modificare qualcosina perché scriveva in etti e con termini dialettali :-)  era pasticciona come me!)

TORTA FIORE D'AUTUNNO

300 gr. di farina bianca, 600 gr. di cachi, 170 gr. di zucchero, 50 gr. di olio, 2 uova intere, la scorza grattugiata di un limone, 1 bustina di lievito vanigliato per dolci e zucchero a velo.

Togliete la buccia dai cachi e schiacciateli con una forchetta cercando di togliere il liquido aiutandovi con un colino.
Sbattete bene le uova con lo zucchero fino a farle diventare chiare e spumose, aggiungete l’olio e mescolate.
Unite la scorza del limone e la polpa dei cachi, mescolate, aggiungete la farina e il lievito.

Versate l'impasto in una teglia circolare da 26 cm rivestita con la carta forno bagnata e strizzata.
Cuocere in forno già caldo a circa 180° per 40 minuti (consiglio la prova stecchino).
Sfornate la vostra "fiore d'autunno" e una volta raffreddata cospargetela con zucchero a velo...tanto zucchero, come diceva lei un dolce non è mai abbastanza dolce.


Alla prossima, ora vado a curiosare i vostri blog e tutte le novità che ho perso in questi mesi di lontananza.
Grazie ancora a tutte e mi raccomando, nelle mia casetta virtuale sentitevi libere di parlare a ruota libera con un bel "ciao sandy sto da dio!!!" oppure "ciao Sandy sto da schifo!!!", perfetto così :-P   Baci a tutte

domenica 9 febbraio 2014

Arrivederci nonè...


Sei la mia adorata mammanonna, ed io il tuo amore, l'età che ci separa per noi non ha mai rappresentato un problema, tu ti facevi piccina ed io adulta per sentirci più simili.
Ieri sera per la prima volta ho realizzato che la vita ad un certo punto per chi è più grande, più saggio e più stanco può spegnersi.
M'hai lasciata...stringevo le tue mani e baciavo la tua fronte senza che tu potessi alzare gli occhi e dirmi "ti voglio bene amore".
E' dura, non so quante lacrime dovrò versare prima di poter accettare la tua mancanza con serenita, ma se la tua anima vorrà stare al mio fianco vivrai con me in ogni gesto, in ogni momento, in ogni tuo insegnamento che tramanderò a mio figlio...
gli dirò che un budino non è mai abbastanza dolce, che il profumo del bucato steso al sole è il tuo profumo, tu sarai lì, in ogni viola raccolta, in ogni anello di margherita, in tutte le castagne bollite con un pizzico di sale...
sarai ovunque, ora te lo sussurro in lacrime, ma sai che dentro sorrido come tu avresti voluto.
Grazie di tutto amore mio, "ti voglio bene", questa volta sarò da sola a pronunciarlo...ma sento la risposta!
Vai in pace nonè.


Ogni vostra parola di conforto è preziosa. Grazie

venerdì 20 dicembre 2013

Christmas Tutorial: La Babbobabbuccia

Cakkio, cakkio, cakkiolina, ci siamo dimenticate il regalo per zia Gertrude ...noooooooooooo... ci restano giusto 4h di tempo per:


Correre al bus - andare in centro città pressate come salmoni sottovuoto dagli zaini degli studenti - CERCARE di scendere dal bus - correre tra 1000 negozi alla ricerca delle ciabattine perfette - trovarle - ritornare alla fermata - riconfezionarci da salmone - fermarci per la spesa giornaliera - ritirare figli, cani e gatti - cucinare - passare l'aspirapolvere ... e magari collassare! °_______°

No, stop! ferme tutte, ho qui un pensierino low cost, tempo di realizzazione 4 h per la zietta da creare comodamente in poltrona:

 Occorrente:

Gomitoloni da 100g per ferri 5 o 6 color rosso, bianco, rosino tenue e un pochino di nero, uncinetto 5 o 6 e facoltatico un pom pom maker, ago per lana, filo bianco da cucito e forbici

Info: punti usati mezza maglia alta e maglia bassa / ad ogni giro chiudiamo con una maglia bassissima e alziamo con una catenella prima di riprendere il seguente giro / consiglio di mettere un segno ado ogni prima cat d'inizio
OK:
Si lavora in cerchio partendo dalla barba con il filo bianco: 4 cat e chiudiamo con una maglia bassissima
1°giro: nel cerchio 6 mma - 2°: aumentiamo facendo 2 mma in ogni punto di base (12 mma) - 3°: 2 mma ed 1 mma su tutti i punti base (18mma) - 4°: 2+1+1 mma (24mma) - 5°: 2+1+1+1 (30mma), proseguiamo con 30 mma per altri 6 giri, * tagliamo il filo lasciando una codina lunga, prima di chiudere la trentesima cat inseriamo il nuovo filato, chiudiamo e alziamo con la solita cat di inizio giro...


 Per il musetto con il filo rosa  facciamo altre 30 mma per altri 4 giri *

Rosso... anche con questo colre faremo 4 giri da 30 mma, alla fine del quarto chiudiamo con una maglia bassissima, tagliamo il filo lasciando un'abbondante codina e agganciamo il filo rosso ad una maglia qualsiasi ma cercando di lasciare la parte con gli aumenti alla base del piede, perciò "verso la faccia del Babbo Natale".
Creiamo lo spazio per la caviglia facendo 23 mma (7maglie base non le lavoriamo),  avanti e indietro con 23mma per 13 giri, così la tg sarà un 38, maglia bassissima per terminare, tagliamo il filo lasciando una codona che con l'ago andremo a passare verso l'interno del lavoro tra un punto base e l'alto chiudendo la scarpetta...ora direi di fare tutt'intorno alla babbuccia un bel giro di maglie basse.


Con l'ago nascondiamo i filacci vari e diamo vita alle babbobabbucce:
Baffi: consiglio di usare un uncinetto appena più  piccolo se lo avete, con il color bianco:
18 cat + 1 cat per alzare, sulla seconda cat dall'unc: 2 maglie bassissime, 1 maglia bassa, 2 mma, 1 maglia alta, 1 mma, 1 maglia bassa, 1 maglia bassissima, 1 maglia bassa, 1 mma, 1 ma, 2 mma, 1 mb, 3 maglie bassissime.


Fissate con un filo di cotone bianco da cucito i baffi tra il cambio colore rosa-bianco della scarpetta e con il filo nero di lana disegnate gli occhietti e con il rosso un simpatico sorriso o un'espressione fischiettante  ^-^


Auguro a tutti voi un sereno e dolcissimo Natale, buone feste! 
Sandy

lunedì 28 ottobre 2013

Din-din-din tutorial d'Halloween!


Ciao Streghette, ma quanto è meravigliosamente autunnale camminare tra tutto quest'autunno? Adorabile!



Ho acciuffato in casa il necessario per realizzare lo zuccotto, ma poi con il cambio dell'ora tutt'un tratto è arrivato il buio, uffa, beh, ecco i primi scatti al parco e iniziamo con il tuto...

OCCORRENTE:
Lana per unc.5 dai colori zuccosi (io ho usato un gomitolo Montale)


Un pochino di lana per unc.4 color "marrone tronco" (esiste questo termine?) ^.^


Campanelli tamarri (belli chiassosi)


Uncinetti 4 e 5 (nb, non c'è storia, i Clover sono davvero perfetti, li amo)


E poi, ovatta per imbottire, un bastoncino robusto, forbice, ago da lana, colla, filo comune...mmm...direi basta...
(questo fungo-ufo meritava una foto)

Mini diagramma del progetto semplicissimo, basta solo realizzare 20 giri di mezze maglie alte lavorando a coste, io prima di voltare il lavoro non faccio 2 catenelle come sarebbe consigliato, ma ne eseguo una... mi piace così!

Le coste per il nostro zuccotto le realiziamo in questo modo: facciamo 16 catenelle, 
dalla seconda a partire dall'uncinetto proseguiamo con 15 mezze maglie alte, 
una catenella e giriamo il lavoro.
Dal  secondo punto base dall'uncinetto ripetiamo 15mma inserendo l'uncinetto solo nel filo posteriore della maglia sottostante anzichè in entrambi i fili.... e continuiamo in così...


Adoro la semplicità delle mezze maglie alte, crochetterei per ore...come non ci fosse un domani...


Ma  aimè è giunta la notte è spergiuri a parte, sperando che il domani ci sia vi saluto momentaneamente...
Buona nanna...


Buongiorno!, rieccomi con il lavoretto tra le mani (il mio rettangolo misura 18x9cm)
Lo cuciamo dal verso interno e  fissiamo con un nodino finale.


Passiamo un filo lungo la circonferenza del cerchio che abbiamo realizzato...


Ora ci serve il bastoncino che diventerà l'impugnatura della bacchetta magica...


Stringiamo e fissiamo il nostro "cono" di lana al ramo dal verso interno in modo da non imbruttire la parte esterna ...



Sigilliamo con qualche gocchia di colla ...


Giriamo dal verso esterno e ci troviamo una specie di tulipano...


Imbottiamo "il tulipano"e con ago e filo stringiamo leggermente la circonferenza dell'apertura...


Inseriamo le campanelle...



Con l'uncinetto 4 ed il troncoso marrone lavoriamo a cerchio:
4 cat, 8 mma nel cerchio, chiudiamo con una maglia bassissima, alziamo con una cat, aumentiamo con 2 mma in ogni punto base ( 16mma), chiudiamo, ancora una cat per alzare e facciamo l'ultimo giro con 2 mma + 1mma così fino ad ottenere 24mma.


Il cerchio deve coprire il foro sulla testa della zucca, consiglio di non stringere completamente altrimenti farà l'effetto pallina...ricordiamo, è una zucca, non un caco :)


Lavorando 3 giri di 8 maglie basse successivamente chiuse con maglie bassissime realizziamo il picciolo e dal basso dalla base del cerchio lo inseriamo attraverso le 4 cat...


Visto che come avrete capito spiegare non è il mio forte spero che le immagini siano intuitive ^.^


Un fiocchetto di spago renderà la bacchetta più carina...questi fili pendenti sembrano le "braccina" ...


Ta dah...pronte le formule magiche? trillate la bacchetta, esaudisce ogni desiderio...


Buon stregosissimo Halloween tesore, alla prossima!

martedì 15 ottobre 2013

FREE CROCHET Witch Candle


Buondì fanciulle, oggi mi sono svegliata con la voglia di regalarvi un semplicissimo tutorial halloweenoso...

Immagino che la maggior parte di voi lo seguirà  tralasciando il "minimissimo" particolare delle foto cupe, ma alle rompiballs che stanno pensando "non si vede una cippa, poteva evitarselo" faccio presente che con un pupo di un anno posso ricavarmi un'oretta all'alba :)


Occorre: 
- Lana, io ho usato filati per uncinetto 5, color ruggine per la veste, verdino per un perfetto incarnato stregoso, grigio per i capelli ed un pochino di rosso per la bocca (nb: io l'ho fatta,ma senza è più carina)
- Uncinetto 5 e 4
- 2 bottoni per gli occhi
- Ago da lana
- Candela Ikea, quelle grandi profumate


Iniziamo pulzelle...
- Con l'uncinetto 5 ed il filato ruggine facciamo 33 cat e dalla seconda cat a partire dall'uncinetto eseguiamo 32 maglie basse...facciamo una cat e giriamo
- Ripetiamo il prec.giro con 32 maglie basse, ma alla fine faremo 2 cat per alzarci
- Girato il lavoro continuiamo con 32 mezze maglie alte sui 32 punti base.
- Tagliamo il filo ruggine e agganciamo quello verdino per il musetto...


- Con il colore verde facciamo 10 giri di 32 maglie basse ...
- Tagliamo il filo e facciamo 2 cat con il successivo colore e giriamo...


Bene è l'ora del  coiffeur con la lana grigia...
-  Eseguiamo 32 maglie alte, alla fine del giro 1 cat e giriamo, ci resta da completare con un giro di 32 maglie basse. Tagliamo il filo...


- Con l'ago da lana ed il color verde chiudiamo il rettangolo sul rovescio del lavoro, rigiriamo e prima di tagliare il filo facciamo la prova del nove...la candela deve essere ben avvolta dalla lana (è meglio un lavoro aderente che molliccio)


- Facciamo passare 4 fili grigi tra due maglie alte (dobbiamo creare una sorta di tendine, stile ciuffo separato ai lati del viso)


- Fermiamo le ciocche dietro "la testa" con un nodo...sbizzariamoci, creiamo una treccia appallottolata o se avete il "robino" per i pom pom dalle Clover (consigliatissimo, si realizzano 1000 idee) facciamo uno chignon sbarazzino :)


Quale strega è sprovvista di un gobbo nasone?
Bene...naso: 
- 6 cat, giriamo
- 5 maglie basse su ogni punto base per 4 giri
- Spezziamo il filo lasciandolo un pochino abbondante
- Con l'ago uniamo i due lati lunghi e fermiamo il nasone al musetto


 - Incolliamo i due bottoncini-occhietti, passiamo il filo rosso per un sorriso che illuminerà chi riceverà il vostro pensierino per l'autunno...et voilà!!!


Sì, dai, non è un capolavoro, ma è caruccia...questo è un modello super basico, per le più esperte consiglio di usare un punto più curato per il vestitino, magari realizzando il colletto stile pizzo e per i capelli una serie di maglie altissime...risulterà certamente più fine, ma così è un'idea pratica anche per le meno esperte!


Spero vi sia piaciuto e vi anticipo che a breve troverete un tutorial moooolto zuccoso!!!

Iniziate a preparare qualche ramo caduto dalle piante, non troppo sottile, robusto e lungo più o meno 30-40 cm, qualche campanella e lana da unc 5 :)


Kisssss
Related Posts with Thumbnails